Edoardo Pieri

Intervista di Oriana Rispoli Edoardo Pieri ha preso in mano la chitarra per la prima volta quando aveva quattro anni. E non è stato soltanto per curiosità e per scoprire, come fanno tutti i bambini, gli oggetti che popolano l’ambiente domestico: era precisamente attratto dalla voce dello strumento, da quel suono che ascoltava spesso in casa e che gli era familiare. Dal nonno e dal padre, entrambi appassionati di musica classica, lirica e folk, Edoardo [...]

Intervista di Oriana Rispoli. Roberto Carifi ha scritto su “Repubblica”: «Alba Donati possiede la cifra infrequente di una parola lirica, epica e proletaria, capace di evocare la sua Garfagnana aspra e luminosa, la sua repubblica dove un antico legame di pietà e di amore, ma anche di resistenza e di lotta, tiene insieme oscure esistenze». La sottile e profonda verità delle poesie di Alba Donati lascia nei lettori una traccia indelebile. Si può dire infatti [...]

Sophie Pacini

Intervista di Oriana Rispoli Come hai incominciato a studiare la musica classica? Ci sono dei musicisti nella tua famiglia? Nella mia famiglia non ci sono musicisti. La mia mamma, tedesca, è medico specialista in Medicina interna e lavora moltissimo, forse troppo. Il mio babbo, italiano, è stato professore universitario di Letteratura italiana (ora è in pensione). Non sono musicisti ma amano la musica classica. Ho cominciato a sei anni ad andare a lezione di pianoforte [...]

giulia peri

Intervista di Oriana Rispoli. Dedita a concerti di musica antica e vivamente apprezzata in programmi dedicati ai compositori del Novecento e contemporanei, Giulia Peri ha intrapreso la sua formazione musicale studiando canto e violino alla Scuola di musica di Fiesole ed ha acquisito fin da giovanissima una vasta esperienza, che spazia dalla musica da camera all’orchestra, dal canto corale al ruolo di solista. Sarebbe impossibile ripercorrere tutto il suo curriculum, ma vogliamo ricordare che per [...]

mad_nov

“[...] E questa siepe, che da tanta parte Dell’ultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminati Spazi di là da quella, e sovrumani Silenzi, e profondissima quiete Io nel pensier mi fingo; [...]” G. Leopardi “[...La spiegazione] deve quindi lasciare inesplicata tanto l’intima essenza di una pietra quanto quella dell’uomo” A. Schopenhauer Immagino un paesaggio, sempre più spesso, come un luogo caratterizzato da uno scarso senso della possibilità, edificato su una complessa articolazione [...]

mani_01

Le piante viaggiano. Soprattutto le erbe. Si spostano in silenzio, in balìa dei venti. Niente è possibile contro il vento. Se mietessimo le nuvole, resteremmo sorpresi di raccogliere imponderabili semi mischiati di loess, le polveri fertili. Già in cielo si disegnano paesaggi imprevedibili Da Gilles Clément, Elogio delle vagabonde. Erbe, arbusti e fiori alla conquista del mondo, Roma, Derive Approdi, 2010 “LE MANI VOGLIONO VEDERE” “Le mani vogliono vedere”, carte di Anna Onesti, fotografie di [...]

Aral2

Il brano scelto per dialogare con la voce di Massimo Fioravanti è quella di Nazarkhan Sevara, esecutore di un branno tradizionale dell’ Uzbekistan dal titolo ‘ Yol Bolsen Ella fece un lungo viaggio in Asia Centrale, in luoghi appena conquistati dalla nascente U.R.S.S. Viaggiò in treno, sui carretti, in cammello e da un certo punto in poi, dopo Bukhara verso Khiva e verso Nukus, in barca sul fiume Amu Darja, l’antico Oxus. Progettava di tornare [...]

Pages:«1234»
Copyright ©  2011-2017  Nuove Tendenze
Codice Fiscale 97361110584 - P.IVA 09009871006

Logo realizzato da Franco Avitabile