Meritano di essere segnalati entrambi i CD di recente pubblicazione che le etichette Stradivarius e Alfa Music presentano in una raffinata edizione.

di Oriana Rispoli

Stradivarius pubblica le Arie e capricci di Saverio Mercadante nell’esecuzione del flautista Stefano Parrino, eccellente interprete noto come solista e come camerista con l’Albatros Ensemble e con altre prestigiose formazioni. Sono due i CD che contengono le opere del compositore pugliese: il primo reca le Arie variate dalle tre raccolte per flauto solo, e il secondo i Venti capricci (prima registrazione mondiale).

Scrive Alberto Cantù, curatore del libretto, a proposito delle Arie: “Il tema dell’aria viene esposto direttamente, senza episodi nuovi introduttivi, a differenza di quanto avviene, ad esempio, in Paganini. Le Variazioni sono in genere quattro, talora cinque (una, “espressiva”, è come di consueto in tonalità minore e apertamente cantabile) seguite da una Coda. La scrittura è ariosa e musicale, senza forzature effettistiche, alerte nei ritmi e varia nelle movimentazioni ritmiche, con una leggerezza umoristica e di tratto che investe talora anche il tema come nel mozartiano «Là ci darem la mano», ingentilito da gruppetti e da un andamento di filastrocca che attenua la sensualità seduttiva del duetto. […] Domina, in ogni Aria variata, un sereno, elegantissimo garbo distribuito con mano sapiente. […] Il “divertirsi a casa” evocando le opere teatrali predilette e l’assenza, nelle Arie mercadantiane, di accompagnamento, fanno pensare a raccolte d’uso privato: destinatari, «amatori» ottocenteschi straordinariamente bravi, capaci dunque di affrontare brani, come talvolta le Dieci arie, molto impegnativi o anche di grande difficoltà, certo degni di trovare un loro spazio nella vita musicale odierna.” Assai pregevoli anche i venti Capricci, assimilabili a studi nella concezione dell’epoca e dunque finalizzati all’esecuzione privata, ma in realtà destinati a professionisti e caratterizzati da uno stile brillante e al contempo misurato, tipico del neoclassicismo.

Parrino utilizza per l’esecuzione delle Arie variate un flauto Yamaha 894w wood, e per i Capricci uno Yamaha 994c all gold.

www.stradivarius.it

Alfa Music propone un insolito melange sonoro che dà come esito un affascinante racconto intitolato Il viaggio di Sindbad, firmato dai musicisti Giuliana Soscia & Pino Jodice Quartet: presente come ospite speciale il suonatore di ud Rahed Khoshaba, fondamentale presenza accanto agli strumenti di tradizione occidentale. Leggiamo nel libretto, a cura di Francesco Martinelli, che il progetto di Soscia e Jodice “nasce dopo una pluriennale frequentazione delle musiche orientali, in particolare irachene, ed è perfettamente coerente con il loro percorso musicale legato alla passione per il jazz e per le musiche latinoamericane. Quali sono gli elementi che hanno affascinato i jazzmen che si sono avvicinati alle musiche orientali, lunga e prestigiosa lista di cui Pino e Giuliana sono il più recente anello? In due parole, la libertà di improvvisazione melodica consentita dalla modalità, e la ricchezza dell’intonazione: due fenomeni intimamente collegati. […] Il progetto “Sindbad” deriva dalla collaborazione di Pino Jodice con l’associazione Salaam Baghdad “Artisti contro la guerra” nel 2005 che aveva in progetto di costruire a Baghdad una casa musicale italo-irachena. […] L’incontro con Raed è avvenuto nel 2007 tramite comuni amici di Baghdad, che conoscevano la sua fama di eccezionale maestro di ud. […] Quello che contraddistingue questo “Viaggio di Sindbad” di Pino Jodice e Giuliana Soscia è proprio l’esplicita, naturale restituzione del dialogo tra ud e strumenti formati nella tradizione musicale europea degli ultimi secoli all’ambito della musica latina e del meridione italiano. Dialogo, e non impossibile omogeneizzazione: l’ascoltatore avvertirà presto come la libertà strutturale del jazz consenta di mettere in rilievo le qualità dei singoli strumenti come delle singole personalità, e come l’innata musicalità dei partecipanti permetta loro di valorizzare i punti di contatto, lasciando che le differenze vadano a moltiplicare le dimensioni espressive.”

www.alfamusic.com



Condividi
Copyright ©  2011-2018  Nuove Tendenze
Codice Fiscale 97361110584 - P.IVA 09009871006

Logo realizzato da Franco Avitabile