DUO MAXIMILIANO CICUTTINI (flauto) – LAPO VANNUCCI (chitarra)

Il concerto propone un itinerario musicale attraverso le pagine dedicate al duo flauto e chitarra e vuole essere un omaggio all’Italia e all’Argentina, ovvero i paesi da cui provengono i due concertisti.

Il percorso prende il via dalla Sonata op. 103 di Leonhard von Call, compositore austriaco (anche se il suo paese di origine oggi è in territorio italiano) che ha dedicato molte pagine delle sue opere alle composizioni per e con chitarra. Segue una coppia di notturni, il primo fa parte delle opere di Francesco Molino, chitarrista italiano vissuto a Parigi all’inizio del XIX secolo, mentre il secondo notturno, dagli echi schubertiani, è tratto da un originale per violoncello di Friedrich Burgmüller.

Chiude questa prima parte ‘europea’ la celebre Siciliana di Fauré.

La seconda parte del concerto ci porta dall’altra parte dell’oceano. Si apre con la cadenza della fantasia-concerto per chitarra del compositore brasiliano Heitor Villa-Lobos. Una pagina di grande bellezza e coerenza formale che negli anni è diventata un  brano “a sé”, isolato del suo contesto originale. Ci spostiamo finalmente in Argentina, con uno dei sei tango-studi per flauto solo di Astor Piazzolla, il compositore argentino per eccellenza. Sempre in territorio argentino, tocca il turno di Carlos Guastavino, compositore di carattere impressionista, che ha voluto accostarsi a quello che sono state le “scuole nazionali” in Europa, ha preso ispirazione dalle melodie tradizionali argentine per dare vita alle sue dieci “Cantilenas argentinas para piano” composte fra il 1953 e il 1958.

Il nostro percorso finisce con Maximo Diego Pujol, chitarrista e compositore di Buenos Aires che, fortemente ispirato da Piazzolla, ci riporta alla città, ai ritmi e alle atmosfere del tango argentino.

PROGRAMMA

Leonhard Von Call (1767-1815)

Sonata Op. 103

Adagio con moto – Allegretto – Menuetto/trio – Andantino – Rondò

Francesco Molino (1775-1847)

Notturno

Friedrich Burgmüller (1806-1874)

Notturno

Gabriel Fauré (1845-1924)

Sicilienne Op. 78

***********

Heitor Villa-Lobos (1887-1959)

“Cadenza” della fantasia-concerto per chitarra e orchestra

Astor Piazzolla (1921-1992)

Tango Studio per flauto solo

Carlos Guastavino (1912-2000)

Cantilena N° 1 “Santa Fe para llorar”

Maximo Diego Pujol (1957-)

Suite Buenos Aires

Pompeya  - Palermo – San Telmo – Microcentro

Maximiliano Cicuttin

Nato a Buenos Aires, Argentina, nel 2005 ha conseguito il diploma di “Maestro nazionale di musica, specialità flauto traverso” sotto la guida di Claudio Aristimuño presso l’Università degli Studi “Escuela Municipal de Musica J. P. Esnaola”, Buenos Aires, col massimo dei voti. Ha proseguito i suoi studi in Francia sotto la guida del flautista Jean Mondon, nell’ “Ecole Municipale de Musique de Sorguès” e in Italia con il  M° Riccardo Lippi presso il conservatorio G. Puccini de La Spezia. Ha partecipato al I e II Incontro internazionale delle orchestre giovanili (Teatro Colon, Buenos Aires, 2001, 2002), al Festival di flauto “Inter-notes” (Clermont Ferrand, Francia, 2005) e ha fatto parte dell’Orchestra della scuola “EMMJPE” (2000-2003).

Professionalmente, s’è sviluppato come professore di musica nella “Escuela de las Amèricas” (Argentina, 2002) ed è stato primo flauto della “Camerata Renacimiento” (2005-2006). Dal 2000 suona professionalmente in duo con il maestro Claudio Aristimuño, con il quale si è esibito nei più noti teatri di Buenos Aires (Colon, San Martìn, Alvear ecc.). In Italia collabora con la compagnia teatrale “Teatri del Vento”, con la quale ha partecipato a diversi festival tra cui “Palm-Aria” e “Aria d’Estate”.

Nel 2007, trasferitosi in Italia ha fatto parte della “Libera Orchestra Bonamici” di Pisa. Si perfeziona in ottavino con il M° Nicola Mazzanti (Maggio Musicale Fiorentino). Come artista “free-lance”, inoltre, svolge un’intensa attività cameristica promuovendo i pezzi dei compositori meno conosciuti con l’intenzione di far giungere la musica per flauto in ogni luogo. Nel 2010 ha realizzato un tour in Spagna, Germania e Italia con il duo di Tango Aller-Cicuttini e nel 2011 ha inciso il suo primo CD “Claudio Aristimuño Tango Trio”.

www.myspace.com/mcicuttini

Nato a Firenze nel 1988, inizia gli studi con Riccardo Bini per poi proseguirli al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, dove si diploma con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Alfonso Borghese. Con quest’ultimo frequenta il biennio di alto perfezionamento della Scuola di Musica di Fiesole e contemporaneamente segue masterclass di Arturo Tallini, Alvaro Company, Francesco Romano e  Frédéric Zigante.

Attualmente segue i corsi di Alberto Ponce e Tania Chagnot presso l’Ecole Normale de Musique de Paris “Alfred Cortot”, dove ha già ottenuto “à l’unanimité” il Diplome d’exécution. Vince numerosi concorsi nazionali (“Città di Massa”, “Riviera Etrusca”, “Liburni Civitas”, “Riviera della Versilia”, “Città di Grosseto”) e internazionali (“Città di San Sperate”, “Mendelssohn Cup di Taurisano”, “Città di Asti”) sia da solista che in duo chitarristico.

Suona per la Regione Toscana e collabora con il Comune di Pistoia in diverse occasioni, fra cui l’inaugurazione, nel novembre del 2004, del Piccolo Teatro Mauro Bolognini a fianco degli attori Ugo Pagliai e Paola Gassman. In duo col soprano Veronica Senserini segue i corsi di musica da camera della prof.ssa Daniela De Santis, vincendo il primo premio assoluto al concorso nazionale “Città di Piove di Sacco”.

È docente di chitarra nelle Scuola Statali ad indirizzo musicale e direttore artistico del Concorso Chitarristico “Giulio Rospigliosi”. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero, sia da solista che in varie formazioni da camera, collabora assiduamente con il pianista Luca Torrigiani e la flautista Rieko Okuma dando vita ad un trio che ha richiamato l’attenzione di numerosi compositori contemporanei.



Condividi
Copyright ©  2011-2017  Nuove Tendenze
Codice Fiscale 97361110584 - P.IVA 09009871006

Logo realizzato da Franco Avitabile