Filippo BurchiettiIniziati gli studi al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, ha approfondito la sua formazione musicale seguendo i corsi di musica da camera con il Trio di Trieste, Piero Farulli, Dino Asciolla, Maureen Jones e quelli di perfezionamento strumentale con Karinee Georgian (allieva di M. Rostropovich), Amedeo Baldovino, Antonio Janigro, Mario Brunello, Miklos Perenyi e Anner Bijlsma. Ha collaborato come primo violoncello con varie orchestre fra le quali la “Fenice” di Venezia, la RAI di Torino, l’Orchestra Regionale Toscana suonando con direttori quali R. Barshai, F. Bruggen, S. Bychkov, M. W. Chung, G. Gelmetti, C. M. Giulini, G. Kuhn, Z. Metha, R. Muti. Esperto del vastissimo repertorio cameristico nelle formazioni dal duo al quintetto con pianoforte, duo con violino, dal trio al sestetto d’archi, è invitato dalle più importanti istituzioni concertistiche italiane ed europee. Il suo repertorio spazia dalla prassi barocca con strumenti originali (grazie a A. Bijlsma) alla musica contemporanea: impegnato nello studio e nella divulgazione della musica del Novecento con gruppi quali l’E.CO. Ensemble e il Modern Ensemble, ha tenuto vari seminari e concerti sul repertorio contemporaneo per violoncello solo effettuando tournée in tutto il mondo.
Esplora senza preconcetti ogni linguaggio musicale: folk, rock, etnico, kletzmer (con Luca Di Volo e Claudia Bombardella) ma soprattutto jazz, collaborando con prestigiosi nomi della musica improvvisata, con i quali ha inciso per prestigiose etichette discografiche (Splas(H), Silence, EMA Records, Materiali Sonori).
Dal 2000 è docente di violoncello presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno e presso la Scuola di Musica “G. Verdi” di Prato.



Condividi
Copyright ©  2011-2017  Nuove Tendenze
Codice Fiscale 97361110584 - P.IVA 09009871006

Logo realizzato da Franco Avitabile