Natale: la Sicilia in tavola

Corso di cucina siciliana con Stefania Zappalà, cuoca di Nuzza&Ddia

28-29 novembre / 5-6 dicembre 2015 – Lucca


Sede: LUCCA – centro storico

In collaborazione con AIS (Associazione Italiana Sommelier) – Delegazione Lucca

Oltre 26 ore di corso visivo e laboratoriale di cucina condotto dalla cuoca
Stefania Zappalà, in arte Donna Nuzza, per apprendere i segreti
dell’Antica Tradizione Culinaria Siciliana
e preparare specialità salate e dolci, con una particolare attenzione ai piatti
che formano il menu della cena della Vigilia di Natale e del Pranzo di Natale.

Nella serata conclusiva di ciascun fine settimana, degustazione guidata di vini siciliani
a cura del Sommelier Gaetano Gullì (AIS)

 

 

  • Contenuti del corso

Le lezioni di cucina di Stefania Zappalà, in arte Donna Nuzza, cuoca palermitana di Nuzza&Ddia, si svolgeranno nel fine settimana del 28–29 novembre (piatti vegetariani della tradizione siciliana) e proseguiranno nel fine settimana successivo, 5–6 dicembre (cucina tradizionale siciliana con pesce e carne) a Lucca.

In oltre 26 ore complessive di laboratorio, si potranno scoprire i segreti per la preparazione delle pietanze e dei dolci più attraenti dell’Antica Tradizione Siciliana, al fine di mettere in grado i partecipanti al corso di realizzare uno speciale menu della cena della Vigilia di Natale e del pranzo di Natale.

Entrambi i fine settimana si concluderanno con una piccola cena sfiziosa (domenica sera) aperta anche a chi, pur non avendo preso parte alle lezioni, desidera assaggiare i gustosi piatti siciliani, anche in vista di una partecipazione a corsi di cucina futuri organizzati da Nuove Tendenze.

Durante la cena di fine corso, il Sommelier AIS Gaetano Gullì proporrà la degustazione di vini siciliani scelti, per un raffinato abbinamento con i piatti salati e dolci preparati durante il laboratorio.

 

  • Finalità del corso

Approfondire, come forma di attività ricreativa e culturale, la conoscenza e la diffusione dell’artigianato gastronomico, nel contesto della conservazione e del recupero di antiche ricette della tradizione culinaria, in vista della preparazione di una Cena della Vigilia e di un Pranzo di Natale 2015 davvero speciali.

…perché insieme ai profumi e al gusto di un buon piatto, la cucina è anche il piacere della conversazione e dello scambio a tavola.

 

  • Il corso di cucina che proponiamo

A Natale il pranzo in famiglia è ancora oggi il regalo più grande che ci concediamo, perché si sa che si gioisce della gioia suscitata nei propri cari: segno che tutto l’amore che vogliamo trasmettere è giunto a destinazione attraverso un percorso attento e unico, un rito per costruire un angolo di mondo pieno di armonia.

Donna Nuzza vi propone un’ampia e approfondita lezione sul menù della Vigilia e del pranzo di Natale, mettendo in primo piano la Cucina Tradizionale Siciliana e la sua storia, e dando uno sguardo alla chimica in cucina, con l’idea di trasmettere strumenti utili in ogni situazione.

Sono una donna che ha la fortuna e il piacere di essere siciliana. Una cuoca per la quale la cucina ha il potere di sanare tutto attraverso gesti che conservano logiche e segreti, dando vita a sapori, profumi, colori… alchimie che solo l’amore sa compiere. Sì, da sempre per me la cucina è amore, calore e convivialità; un luogo magico dove si verificano trasformazioni (si taglia, si monta, si scalda, si impasta…) e si osservano fenomeni. E allora venite a cucinare con me, vivrete un momento prezioso per la mente, il cuore e il palato… e renderete il vostro Natale ancor più indimenticabile.

Vi offriamo un corso visivo e di laboratorio durante il quale conoscerete le antiche ricette della tradizione culinaria siciliana e il rito domestico del “pranzo in famiglia”, secondo gli usi e i costumi della cultura isolana. Un percorso slow che sarà come una lunga coccola.

Scoprirete, tra l’altro, le differenze e le similitudini fra la cultura gastronomica Toscana e quella Siciliana.

Imparerete a cucinare i piatti Siciliani nell’ottica del recupero di ricette antiche e di sapori autentici. Pietanze che, mantenendo il loro nome in dialetto, evocano la promessa di racconti e aneddoti, che insieme ai suggerimenti tecnici accompagneranno le lezioni.

Riceverete consigli per regali golosi.

Gusterete le sublimi bontà della Trinacria, in un percorso di degustazione anche enologica.

E sarete felici di portare a casa un nuovo menù a cui attingere per arricchire ancor di più le vostre tradizioni.

E naturalmente non mancheranno i cadeaux.

  • Banchetto dolce di Natale
  • biancomangiare
  • biscotti speziati
  • caponata di pesce spada
  • cardi in pastella e froscia (frittata rustica)
  • cassata al forno
  • crostata di fichi e frolla di Natale
  • cucchie di Resuttano
  • ficatu ri sette cannola, ovvero zucca rossa in agrodolce
  • frolla di Natale
  • gelatina di arance
  • gelo di caffè
  • insalata di finocchi e arance
  • Mezze maniche al ragù misto
  • minne di vergine
  • pallottoline di mandorle al Marsala
  • polpette al ragù della nonna
  • tabulè di couscous
  • Torta salata di brisè con carciofi
Slider Bootstrap by WOWSlider.com v4.4

  • Menu

I piatti che Donna Nuzza farà preparare ai partecipanti sono così distribuiti:

 

Sabato 28 e domenica 29 novembre

(menu vegetariano)

arancine con ragù vegetariano

broccoli e cardi in pastella (vruoccoli e carduna ‘a pastedda)

macco di fave (maccu ri favi)

caponata di carciofi (capunata ri cacuoccioli)

impanata con ripieno di verdure stagione (‘mpanata di giriteddi)

rotolo alla ricotta (rollò di ricotta)

buccellati di Resuttano (cucchie di Resuttano)

 

 

Sabato 5 e domenica 6 dicembre

frittata di Natale (froscia di Natali)

carciofi profumati al forno (cacuoccioli ‘nfornati)

baccalà a sfincione (baccalà a sfinciuneddu)

timballo di pasta (timballo di anelletti col forno)

insalata di finocchi e arance

cassata monaca

pallottoline di mandorle al marsala

 

 

  • Chi è Stefania Zappalà (Donna Nuzza)

Sono una cuoca, per formazione e credo; non uno chef. Ecco perché il nome Donna Nuzza mi rappresenta.

Sono una donna che ha la fortuna e il piacere di essere siciliana. Una cuoca per la quale la cucina ha il potere di sanare tutto attraverso gesti che conservano logiche e segreti e danno vita a sapori, profumi, colori… raccontando la cucina come regno di amore, calore e convivialità.

La sua cucina si inscrive in un percorso fatto di amore, attenzione e rispetto: per la storia e per la tradizione, per le materie prime e per il loro processo produttivo. Infatti Donna Nuzza sceglie esclusivamente i prodotti di stagione e predilige la coltivazione biologica; non impiega semilavorati né aggiunge additivi puri; utilizza soltanto olio extravergine d’oliva e olio di semi di arachidi, e, laddove è indispensabile, burro e modiche quantità di strutto.

In particolare: i suoi impasti sono fatti a mano e le pietanze della tradizione sono cucinate nell’ottica di una lavorazione non rivisitata per compiacere mode e mercato, bensì semplicemente rinnovata dalle odierne conoscenze, al fine di tutelare le qualità organolettiche degli alimenti, mantenendo al contempo i valori identitari di ogni ricetta e le pratiche culinarie originali.

La mia passione è la cucina dei sapori di casa che le mie nonne e tutte le donne della mia vita mi hanno insegnato a preparare con religiosa devozione, e che ripropongo con rispetto, amore e cura, guardando sempre alla semplicità, alla qualità, alla stagionalità e alla storia.

Amo percorrere la strada della tradizione, del recupero di pietanze che rischiano di cadere nel dimenticatoio soppiantate dalsolito tipico’.”

 

  • Orari del corso (validi per ciascun weekend):

I giorno

ore 14.00 Raccolta quote iscrizione

ore 14.30 Introduzione al corso

ore 15.00 Inizio corso

ore 21.00 Termine corso

 

II giorno

ore 9.00: Inizio corso

ore 13.00 Pausa pranzo

ore 15.00 Ripresa corso

ore 19.00 Conclusione corso

A seguire: piccola cena sfiziosa e degustazione vini con il Sommelier AIS

-

-

  • Quote e modalità di iscrizione

E’ possibile iscriversi al corso completo (4 giornate, con uno sconto sul prezzo complessivo) oppure anche ad un singolo weekend.

Le quote di iscrizione prevedono:

€ 130 per 1 corso
€ 240 per 2 corsi

sconto del 15% per i Soci ordinari iscritti a Nuove Tendenze almeno dal 2014
sconto del 25% per i Soci sostenitori e per i collaboratori di Nuove Tendenze

La quota comprende:

- iscrizione all’associazione culturale Nuove Tendenze (obbligatoria)
- partecipazione al corso di cucina siciliana (2 o 4 giorni) compreso il necessario per cucinare
- partecipazione alla degustazione guidata a cura del Sommelier Gaetano Gullì dell’AIS Toscana – Delegazione di Lucca, finalizzata all’abbinamento dei piatti salati e dolci preparati durante il laboratorio, con i migliori vini siciliani (domenica sera)
- piccola cena finale (domenica sera)
- copertura assicurativa
- cadeaux.

Per iscriversi è necessario:

- confermare l’adesione via email all’indirizzo posta@nuovetendenze.org, indicando le proprie coordinate (compresi email, numero di telefono) e i giorni scelti (28-29 novembre e/o 5-6 dicembre)

- compilare e firmare la domanda di iscrizione a Nuove Tendenze (solanto per chi non è ancora socio)

- non appena ricevuta conferma dall’Associazione, effettuare un bonifico bancario di € 90,00 (iscrizione a 1 corso) oppure di € 110,00 (iscrizione a 2 corsi) a:

BANCA POPOLARE DI SONDRIO AG. N. 21 – ROMA

IBAN: IT03P0569603221000002475X01

Il bonifico va intestato a “Associazione Culturale Nuove Tendenze”

La causale è: Iscrizione al Corso di cucina siciliana del… (specificare i giorni scelti) + nome e cognome

N. B. In caso di mancata partecipazione al corso, la somma inviata per l’iscrizione ad uno o ad entrambi i corsi (€ 90,00/€ 100,00) non verrà restituita.

La differenza (€ 40,00/€ 130,00) dovrà essere versata prima dell’inizio di ciascun corso direttamente nella sede di svolgimento.

 

N. B.: Il numero massimo di partecipanti per corso è di 10 persone. La priorità verrà data in base all’ordine cronologico di iscrizione e di contestuale versamento della quota tramite bonifico bancario.

 

Per informazioni e iscrizioni: posta@nuovetendenze.org; cell. 338 6995438

 

© Nuove Tendenze 2015



Condividi
Copyright ©  2011-2017  Nuove Tendenze
Codice Fiscale 97361110584 - P.IVA 09009871006

Logo realizzato da Franco Avitabile